BAGNOLI Film Festival: focus sul cinema di cambiamenti e trasformazioni

BAGNOLI Film Festival: focus sul cinema di cambiamenti e trasformazioni
Print Friendly, PDF & Email
Durata della lettura: 3 Minuti

Nasce il BAGNOLI Film Festival: focus sul cinema di cambiamenti e trasformazioni in programma dall’11 al 14 maggio al CineTeatro La Perla Multisala di Napoli.

Promuovere il cinema che descrive i cambiamenti e le trasformazioni della società contemporanea. Nasce da questa necessità il Bagnoli Film Festival, che vedrà la prima edizione dall’11 al 14 maggio al CineTeatro La Perla Multisala di Napoli organizzato da Maurizio Capezza con la direzione artistica dello storico del cinema Giuseppe Borrone.

Quattro giorni di proiezioni, incontri e dibattiti, riservando un’attenzione speciale ad opere audiovisive ai margini del tradizionale circuito distributivo, come ad esempio documentari e cortometraggi, quest’ultimi protagonisti della sezione competitiva che verrà giudicata da Antonio Borrelli (AstraDoc), Giuseppe Colella (Presidente Coordinamento Festival Cinematografici Campania) e Michela Mancusi (Zia Lidia Social Club).

“Film che respirano l’aria del tempo e invitano a una riflessione sulle metamorfosi industriali ed economiche, la crisi dei valori sociali e politici tradizionali, i nuovi legami tra le persone, la rivoluzione digitale e i temi ecologici, la ricerca di percorsi filosofici, spirituali ed esistenziali alternativi”, ha spiegato Borrone.

“Bagnoli, zona periferica di Napoli al centro di un imponente processo di riconversione urbanistica, è la metafora di questa transizione storica. Un luogo dell’anima, prima ancora che spazio geografico. Il cinema La Perla, attivo nell’area flegrea da oltre mezzo secolo, con iniziative per le scuole e la programmazione di rassegne di qualità, investe sul festival per ribadire la propria vocazione di presidio culturale e sociale del quartiere e della città”, così ha dichiarato Capezza.

Programma del Bagnoli Film Festival

Evento inaugurale di apertura, giovedì 11 maggio alle ore 18, la proiezione in anteprima del film La cura, di Francesco Patierno. Ambientato in una Napoli spettrale nei giorni del lockdown e prodotto dalla Run Film di Alessandro e Andrea Cannavale.

Nel cast Francesco Di Leva, Alessandro Preziosi, Francesco Mandelli, Peppe Lanzetta, Cristina Donadio, Antonino Iuorio, Andrea Renzi, Ernesto Mahieux.

Introduce il critico cinematografico Valerio Caprara. A seguire, alle 20.30, altra anteprima con l’opera prima di Victoria Fiore, Nascondino.

Una produzione anglo-italiana British Film Institute e Bronx Film di Gaetano Di Vaio, su un adolescente problematico dei Quartieri Spagnoli.

Sarà dedicato ai sei cortometraggi in concorso il pomeriggio di venerdì 12. A partire dalle 18 saranno proiettati La terra dei giochi, di Mauro Di Rosa, Sciaraballa, di Mino Capuano, Dentro tutte le onde, di Angela Cicala, Wind day, di Enrico Poli, Destinata coniugi Lo Giglio, di Nicola Prosatore, Corrispondenze, di Marco Zuin. Alle ore 20.30 sarà la volta del documentario ecologista Zio Riz, di Raffaela Mariniello. Ambientato lungo le rive del fiume Volturno e prodotto da Teatri Uniti.

Le anteprime dei Film

Due nuove anteprime nella giornata di sabato 13. Alle ore 18, Amusia, noir esistenziale e debutto registico di Marescotti Ruspoli. Il film affronta un tema insolito: la patologia che impedisce a chi ne è affetto, di comprendere, eseguire e apprezzare la musica. Ad interpretarlo Carlotta Gamba e Giampiero De Concilio. Partecipazione speciale della star francese Fanny Ardant. Alle 20.30, il giovane regista napoletano Andrea Bifulco, diplomato all’Accademia di Belle Arti, presenterà il suo lungometraggio d’esordio, Corsa abusiva. Nel cast Gennaro Maresca e Vincenzo Antonucci.

Domenica 14 maggio, alle ore 18, verrà presentato Flegrea – Un futuro per Bagnoli, docufilm di Stefano Romano sulle prospettive di riconversione dell’area ex Italsider. Alle 20.30, con ingresso gratuito fino ad esaurimento posti, la premiazione del concorso cortometraggi e l’evento speciale di chiusura: la proiezione del cortometraggio Un milione di italiani (non sono italiani), di Maurizio Braucci. Ad introdurre il lavoro di Braucci, incentrato sul tema dello ius soli per i figli degli immigrati nati in Italia, il magistrato Giuseppe Sepe, dell’associazione Area democratica per la giustizia. Al termine della proiezione è prevista una breve performance live delle due cantanti-attrici protagoniste, Fatima Mbengue e Sara Vanderwert.

Tutti gli eventi del festival saranno preceduti da incontri con i registi e i cast dei film. Il biglietto alle singole proiezioni costa 5 euro. Sconti e riduzioni per gli abbonati al cineforum La Perla.

Per info www.bagnolifilmfestival.it, oppure info@bagnolifilmfestival.it.

Author: Domenico Pecora

Domenico Pecora, nasce a Cosenza nel 1966 e negli anni ottanta inizia a frequentare le prime radio e televisioni libere dove si alterna, fino al 1993, tra le conduzioni dei Tg e le riprese video collaborando anche con importanti network. Nel 1994 intraprende la professione bancaria ma non abbandona la sua passione principale ovvero la fotografia e tutto quello che ruota intorno a questo mondo. Dal 2019 segue sistematicamente eventi nazionali come il Giro d'Italia, il Festival di Sanremo ed alcune delle fashion week della moda italiana. Al suo attivo ha pubblicazioni fotografiche su importanti riviste internazionali come Vogue e CameraPixoPress.