Michele Selillo trionfale successo al teatro Bolivar

Print Friendly, PDF & Email
Durata della lettura: 3 Minuti

Il Cantautore Napoletano Michele Selillo trascina e coinvolge tutto il pubblico in un trionfale successo al Teatro Bolivar di Napoli.

Un risultato oltre le più rosee aspettative, ma soprattutto la piacevole scoperta di un Michele Selillo autentico showman e padrone del palcoscenico.
Al teatro Bolivar sold out per “Vedimmece stasera“, il concerto che ha consacrato il nostro cantautore napoletano come certezza nel mondo artistico nazionale.

La serata, presentata egregiamente e con classe da un’elegantissima Ida Piccolo, è iniziato con un gradito fuori programma: l’incursione sul palcoscenico di Ciro Giustiniani, attore comico, cabarettista e sprigionatore di allegria, che ha voluto fare i suoi personali auguri al bravo Michele prospettandogli una carriera densa di successi e di gratificazioni artistiche.

Post in breve

Lo Spettacolo – Il successo

Subito dopo è partito lo spettacolo: Michele, in un bel completo azzurro – per richiamare l’attenzione sullo scudetto del Napoli – visibilmente emozionato, accompagnato da una band di quattro elementi e da un eccellente corpo di ballo, ha iniziato con il brano che gli ha portato la notorietà, “Pe ce fa nnammurà”, e ha proseguito con gli altri pezzi del suo repertorio spaziando anche tra i classici napoletani e tra le perle di alcuni artisti nazionali come Pino Daniele, Vasco Rossi e Massimo Ranieri.
Bella e intensa la sua particolare e originale interpretazione di “Indifferentemente”, commovente la dedica rivolta alla madre prima di eseguire il brano scritto per lei in segno di ringraziamento per tutto il suo operato.

Gli Ospiti

Nel corso della serata sono intervenuti prestigiosi ospiti a testimonianza del loro affetto per Michele: Giovanni Galletta, Rico Femiano, Enzo Fischetti, il maestro Bruno Lanza,Gennaro Montuori, Cosimo Alberti, che, in anteprima, ha regalato al pubblico presente la favola del cavalluccio marino, prossimamente inserita in un libro, e Peppe Nota, il re dei divertimenti notturni, che ha fatto scatenare tutti con il suo gettonatissimo “C’est la vie”.

Gianfranco Gallo e il suo Videomessaggio

Presente con un videomessaggio Gianfranco Gallo, che lo ha tenuto a battesimo a teatro nello spettacolo “Quartieri Spagnoli”. Sul palco Selillo ha dimostrato il suo talento, le sue doti di intrattenitore, la sua sensibilità, la sua simpatia con quella sua aria da scugnizzo incallito, ma ha confermato soprattutto la sua bravura e le sue qualità artistiche.

La Band

Ben affiatata la band composta da Angelo Riccio, al piano e alle tastiere, Alessio Liotto alle chitarre, Luigi Carbone al basso e Daniele Liotto alla batteria, e il corpo di ballo formato da Giuseppina De Martino, Vladimiro Gerardo, Alessandra Miccichè e Gennaro D’Ambra. 

Tra la Platea noti personaggi

Tra il pubblico Lorenza Licenziati, che ha seguito l’evento con le sue telecamere di Incittà, Annamaria Viscardi, editrice di Radio Studio Emme, emittente ufficiale del concerto, Cristian Gambardella e Joe Cerbone, sempre dell’emittente di Corso Novara, 80, il fotografo dei Vip Maurek Poggiante, i giornalisti Armando Sanchez e Dora Chiariello, Alfonsina Longobardi, food blogger e ideatrice dell’evento “Cenando sotto un cielo diverso”, in programma il prossimo 4 luglio, Fulvio Frezza, consigliere della Regione Campania, Luigi Carbone, consigliere comunale, e Ciro Santoro, consigliere comunale di Ercolano.

Ringraziamenti


L’ufficio stampa è stato curato dal giornalista Antonio D’Addio. Un ringraziamento a Pino Ricci per il management e per l’ottima organizzazione e alla casa discografica Zeus Record dei Fratelli Barrucci, che ha creduto nelle potenzialità di Michele Selillo.

Author: Daniela Del Prete

Nasce a Napoli nel 1975. Giornalista, svolge il suo ruolo come Ufficio Stampa di vari Eventi in Campania. Per la sua dedizione e professionalità ha ricevuto il Premio Special Award alla 76° biennale di Venezia, il Premio a Barcellona per la sua web tv Dagal Social ed il Premio Eccellenze Istituzionali nel 2022.