Perché i rifiuti in Italia sono ancora un problema e vengono abbandonati?

Abbandono di rifiuti
Print Friendly, PDF & Email
Durata della lettura: 2 Minuti

Perché i rifiuti in Italia sono ancora un problema e vengono abbandonati?

Una sedia sventrata, un carrello della spesa all’angolo della strada, una Vespa senza pneumatici.

Dal materasso al frigorifero, dal divano alla cucina, tutto si butta in strada oggetti abbandonati o dimenticati nel pieno dei centri storici.

Di questo scempio, fanno parte molte città italiane.

Da nord al sud, nessuno escluso.

La colpa e da attribuire ai soli cittadini che abbandonano i rifiuti in questo modo, che possiamo chiamare in un solo modo: Incivili privi di ogni senso civico.

Tutto questo, nell’ottica del risparmio, in quanto il loro smaltimento ha un costo se portati nelle isole ecologiche presenti in tutte le città Italiane.

Pur di sapere che si sta commettendo un reato di enorme gravità, con sanzioni pecuniarie molto alte, questo fenomeno non conosce fine.

Insomma, le strade sono considerate discariche a cielo aperto, dove oltre ai classici rifiuti è possibile abbandonare pezzi di arredo che dobbiamo sostituire con altri nuovi.

Tale fenomeno rende le città sporche, mettendo a rischio il turismo e non solo.

I comuni per recuperare questo tipo di rifiuto abbandonato in strada, devono spendere ogni anno milioni di euro, causando un enorme danno erariale alle proprie casse, che causano tagli agli asili nido ed assistenza agli anziani.

Visto l’inarrestabile fenomeno, le multe per questo tipo di reato non bastano, non servono a nulla.

Occorre fare altro e subito.

Le foto sono state scattate da Salvatore De Rosa, clicca qui e visita il sito

Author: Salvatore De Rosa

Salvatore De Rosa nasce a Napoli nel 1972, fotografo per passione. Fotografare e viaggiare sono le sue passioni, da questo binomio nascono le sue foto. Ama immortalare gli istanti di vita reale, gli sguardi che incontra per strada, le persone e le scene che si imbattono lungo il suo cammino e che gli trasmettono emozioni forti. Il suo stile? Fotografie spontanee e naturali ma al tempo stesso curate e discrete.. un mix tra stile reportage e creativo, incentrato sul racconto e sulle emozioni. Vanta varie pubblicazioni su riviste specializzate e alcuni premi e menzioni su: VOGUE, Camera Raw, National Geographic e altre riviste fotografiche. Dal Luglio 2021 è Giornalista Pubblicista, iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Toscana.